04/08/2021


..secondo la consolidata giurisprudenza di questa Corte, in tema di licenziamento illegittimo, il datore di lavoro che invochi l'aliunde perceptum da detrarre dal risarcimento dovuto al lavoratore deve allegare circostanze di fatto specifiche e, ai fini dell'assolvimento del relativo onere della prova su di lui incombente, è tenuto a fornire indicazioni puntuali, rivelandosi inammissibili richieste probatorie generiche o con finalità meramente esplorative (Cass. n. 2499 del 2017; 8Cass. n. 9616 del 2015); nel caso in esame, le specifiche circostanze contestate - tra le quali un rilievo fondante assume la dichiarazione resa dal lavoratore in prime cure - sono state ammissibilmente prospettate dall'odierna ricorrente, in ossequio ai principi di specificazione e di allegazione di cui agli artt. 366 n. 4 e 369 n. 6 cod. proc. civ.; l'accertamento del verificarsi di tali puntuali circostanze evidenziano come la Corte territoriale abbia effettivamente omesso di valutarne l'impatto ai fini della determinazione giudiziale della misura del risarcimento del danno da liquidarsi al lavoratore, detraendo dall'indennità risarcitoria quanto percepito dallo stesso per lo svolgimento di altra attività lavorativa retribuita;
Apri il pdf


licenziamento illegittimo aliunde perceptum detrarre percepito indennità risarcitoria

← Torna alle Novità