13/09/2021


In tema di mediazione, la condizione affinché sorga il diritto alla provvigione è l’identità dell’affare proposto con quello concluso. Tale identità non è esclusa quando le parti sostituiscano altri a sé nella stipulazione conclusiva, sempre che vi sia continuità tra il soggetto che partecipa alle trattative e quello che ne prende il posto in sede di stipulazione negoziale. Pertanto, nel caso in cui il soggetto intermediato sostituisca altri a sé nella stipulazione del contratto, debitore della provvigione resta pur sempre la parte originaria, essendo costei la persona con cui il mediatore ha avuto rapporti.


provvigione mediatore affare concluso presupposti

← Torna alle Novità