27/01/2022


In tema di licenziamento per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo, non è vincolante la tipizzazione contenuta nella contrattazione collettiva, rientrando il giudizio di gravità e proporzionalità della condotta nella attività sussuntiva e valutativa del giudice, avuto riguardo agli elementi concreti, di natura oggettiva e soggettiva, della fattispecie, ma la scala valoriale formulata dalle parti sociali costituisce uno dei parametri cui occorre fare riferimento per riempire di contenuto la clausola generale di cui all'art. 2119 c.c.


Licenziamento disciplinare – Fattispecie: portiere che dorme durante il turno – CCNL – Abbandono del posto di lavoro – Sanzione – Licenziamento con preavviso – Sproporzione – Illegittimità – Tutela indennitaria (art. 18

co. 5

St. lav.) – Applicabilità

← Torna alle Novità