10/02/2022


Il nomen iuris, pur non avendo valore assorbente, assume comunque particolare rilievo, specie in relazione a quelle ipotesi in cui i caratteri differenziali tra due o più figure negoziali appaiono non agevolmente tracciabili. Quando la volontà negoziale si è concretizzata in un documento ricco di clausole aventi ad oggetto le modalità dei rispettivi diritti ed obblighi, il giudice deve accertare in maniera rigorosa se tutto quanto dichiarato nel documento si sia tradotto nella realtà fattuale attraverso un coerente comportamento delle parti stesse


Rivendicazione di lavoro subordinato - Indici - Nomen iuris - contratto predisposto dal lavoratore e firmato dalla società

← Torna alle Novità