04/08/2020


Lavoro subordinato - Trasferta del lavoratore -Temporaneità dell'assegnazione ad un sede diversa da quella abituale - Indennità -Sussiste. La trasferta è caratterizzata dalla temporaneità dell'assegnazione del lavoratore a una sede diversa da quella abituale, con la conseguenza che non spetta l'indennità di trasferta a chi esplica in maniera fissa e continuativa la propria attività presso una determinata località, anche se la sede di servizio risulti formalmente fissata in un luogo diverso, dove, peraltro, il lavoratore non ha alcuna necessità di recarsi per l'espletamento delle mansioni affidategli. •Corte di cassazione, sezione lavoro, ordinanza 8 luglio 2020 n. 14380


trasferta indennità trasferimento

← Torna alle Novità